Solidarietà oggi: inviate fax in Russia

Salve a tutti,

vi chiedo di soffermarvi qualche minuto su eventi che si stanno verificando in Russia, e di cui probabilmente siete già a conoscenza.

Gli attivisti antifascisti russi Alexei Gaskarov e Maxim Solopov sono stati arrestati il 29 luglio 2010, dopo una manifestazione spontanea che ha avuto luogo davanti al Comune della città di Khimki, vicino a Mosca. I manifestanti, in quell’occasione, chiedevano la fine della repressione messa in atto contro gli abitanti di Khimki, che protestavano per la distruzione della foresta (decisa dalle autorità in favore della realizzazione di un’autostrada tra Mosca e San Pietroburgo, una minaccia per il territorio dal punto di vista ecologico e sociale).

Le autorità locali hanno risposto con la forza. Come già detto, sono stati arrestati i due noti rappresentanti del movimento antifascista Alexei Gaskarov e Maxim Solopov. Le testimonianze sono state falsificate, e gli arresti e le perquisizioni si sono svolte violando la legge. I due attivisti si trovano in carcere da circa due mesi, senza un provvedimento che giustifichi misure tanto restrittive. Entrambi rischiano sette anni di prigione. Alla fine di settembre sarà emessa una nuova sentenza, e i giudici decideranno se la detenzione sarà prolungata o se sarà loro concessa la libertà provvisoria.

Tenuto conto del fatto che l’intera vicenda parte da presupposti falsati, è difficile attualmente avere fiducia nella giustizia. Per questo motivo si è costituito un gruppo di persone che ha organizzato la “Campagna per la liberazione degli ostaggi di Khimki”, e che invita ognuno di noi a mobilitarsi. In questi giorni si stanno svolgendo azioni a favore dei due attivisti non solo in Russia, ma anche in Svezia, Germania, Francia, Inghilterra e Stati Uniti.

Oggi, il 20 settembre è la giornata in cui il gruppo propone di inviare fax di protesta alle autorità russe.

Nel sito della Campagna di liberazione trovate tutte le informazioni al riguardo, in varie lingue.
Qui trovate, nella versione in lingua italiana, i recapiti e gli indirizzi delle autorità russe a cui inviare fax, con lettere-tipo in russo e in altre lingue

Vi ringrazio per l’attenzione e per l’eventuale gesto di solidarietà, e vi invito a diffondere il più possibile queste informazioni,
Alexander Bikbov

Campagna d’invio di fax
Vi chiediamo, per raggiungere un risultato più efficace, di spedire fax di protesta lunedì 20 settembre 2010, giornata “clou” per le azioni previste.

I tre numeri a cui inviare i fax:
La Procura della Regione di Mosca: +7-495-621-50-06
Il Tribunale della Regione di Mosca: +7-495-572-83-14
L’Amministrazione del Presidente della Federazione russa: +7-495-606-24-64
Nel fax si prega di indicare il vostro nome, cognome e indirizzo. Se il fax è inviato a nome di un’associazione o di un’istituzione, l’ideale sarebbe utilizzare la carta intestata.

Potete anche inviare le e-mail:
Una lettera al Procuratore della Regione di Mosca:
http://www.mosoblproc.ru/internet-priemnaja/obrashchenija/send/
Una lettera al Tribunale della città di Khimki:
himki.mo@sudrf.ru
Una lettera all’Amministrazione del Presidente della Federazione russa:
http://eng.letters.kremlin.ru/

Il testo della lettera-tipo da inviare al Procuratore della Regione di Mosca:
in russo
// in inglese // in francese
Il testo della lettera-tipo da inviare al Tribunale della città di Khimki:
in russo
// in inglese // in tedesco
Il testo della lettera-tipo da inviare al Presidente della Federazione russa:
in russo
// in inglese // in francese
Solo i testi di 2000 battute max. sono accettati al sito del Presidente, per cui il testo abbreviato della lettera-tipo in russo

Attenzione! E’ importante che i fax e le e-mail contengano il testo solo in russo oppure in russo e in entrambe le lingue (russo e francese, tedesco o inglese).

Vi invitiamo inoltre ad inviare un’-e-mail all’indirizzo info@khimkibattle.org , precisando a chi avete spedito le lettere e i fax (al Procuratore, al Tribunale o al Presidente della Russia). In questo modo potremo calcolare il numero di appelli giunti a destinazione, per verificare la riuscita della Campagna per la liberazione degli ostaggi di Khimki.

Grazie a tutti per il vostro sostegno!

This entry was posted in News and tagged , , , , . Bookmark the permalink.